Certificazione Processi di Fabbricazione – EN 1090, ISO 3834, EN 15085

UNI EN 1090

La norma UNI EN 1090 è rivolta ai produttori di componenti strutturali in acciaio o in alluminio, o parti di essi, da incorporare in opere di ingegneria civile. I fabbricanti di carpenterie metalliche strutturali dovranno, quindi, introdurre un controllo della produzione (FPC) conforme alla norma EN 1090.

La norma UNI EN 1090 – “Esecuzione di strutture di acciaio e di alluminio” si compone di tre parti:

  1. UNI EN 1090-1 // Requisiti per la valutazione di conformità dei componenti strutturali
  2. UNI EN 1090-2 // Requisiti tecnici per strutture di acciaio
  3. UNI EN 1090-3 // Requisiti tecnici per strutture di alluminio

La certificazione permette di apporre il marchio CE sui manufatti metallici per uso strutturale e quindi ottemperare a quanto disposto dal Regolamento Europeo n. 305/2011 e al D.M. 14/01/2008 sostituendo l’iter di attestazione di “Centro di Trasformazione” presso il Servizio Tecnico Centrale 

Per ottenere la certificazione EN 1090 l’azienda deve:
  • Qualificare i saldatori e gli operatori di saldatura UNI EN ISO 9606-1 e UNI EN ISO 14732
  • Qualificare le procedure di saldatura UNI EN ISO 15614-1
  • Qualificare il personale per il controllo e la supervisione del processo di saldatura secondo la UNI EN ISO 14731
  • Qualificare il personale addetto ai controlli non distruttivi secondo UNI EN ISO 9712
  • Definire il controllo di produzione in fabbrica – FPC – delle strutture metalliche

Le officine di carpenterie metalliche che lavorano/trasformano l’acciaio e l’alluminio ad uso strutturale, dal 1 luglio 2014 potranno immettere sul mercato prodotti marcati CE solo dopo averli qualificati attraverso l’esecuzione delle prove iniziali di tipo (ITT) e dopo aver implementato il controllo della produzione in fabbrica (FPC): attività per le quali è necessaria la verifica di un Ente Notificato CPD secondo la nuova notifica CPR.

Per raggiungere la certificazione EN 1090, Welding Solutions è in grado di offrirvi un pacchetto servizi completo “chiavi in mano”.

Se desiderate conoscere l’iter certificativo e valutare un’offerta economica siamo a Vostra disposizione.

  

Se sei interessato ad un preventivo scarica il modulo qui in allegato:

Scarica il modulo

 


 

UNI EN ISO 3834

La UNI EN ISO 3834 è la norma che definisce i requisiti di qualità per la gestione del processo di fabbricazione di costruzioni saldate per fusione. Tale norma è applicabile sia alla fabbricazione di strutture in officina che in cantiere.
La norma UNI EN ISO 3834 – “Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici” si compone di cinque parti:

  1. UNI EN ISO 3834-1 // Criteri per la scelta del livello appropriato dei requisiti di qualità
  2. UNI EN ISO 3834-2 // Requisiti di qualità estesi
  3. UNI EN ISO 3834-3 // Requisiti di qualità normali
  4. UNI EN ISO 3834-4 // Requisiti di qualità elementari
  5. UNI EN ISO 3834-5 // Documentazione di riferimento

La norma UNI EN ISO 3834 è applicabile a tutti i contesti produttivi dove la fabbricazione prevede l’impiego della saldatura, quindi essa risulta complementare a molte norme di prodotto quali la UNI EN 1090 per la costruzione di strutture metalliche in ambito civile, la UNI EN 15085 per la costruzione nel settore ferroviario, la Direttiva PED per la costruzione di apparecchi in pressione, ecc. 
La UNI EN ISO 3834 permette all’azienda di sviluppare un sistema di assicurazione della qualità nel processo di fabbricazione di strutture saldate, partendo dal controllo dei materiali in entrata fino ad  arrivare al controllo finale dei giunti saldati.
In base al livello di qualità della UNI EN ISO 3834 che l’azienda vuole soddisfare, sarà valutata la necessità di:

  • Qualificare i saldatori e gli operatori di saldatura UNI EN ISO 9606-1 e UNI EN ISO 14732
  • Qualificare le procedure di saldatura UNI EN ISO 15614-1
  • Qualificare il personale per il controllo e la supervisione del processo di saldatura secondo la UNI EN ISO 14731
  • Qualificare il personale addetto ai controlli non distruttivi secondo UNI EN ISO 9712

      

    Se sei interessato ad un preventivo scarica il modulo qui in allegato:

    Scarica il modulo

     


     

UNI EN 15085

La UNI EN 15085 si applica alla saldatura di materiali metallici per la costruzione e la manutenzione di componenti e veicoli da esercire nel settore ferroviario.
La norma UNI EN 15085 – “Saldatura di veicoli ferroviari e dei relativi componenti” si compone di cinque parti:

  1. UNI EN 15085-1 – Generalità
  2. UNI EN 15085-2 – Requisiti di qualità e certificazione del costruttore
  3. UNI EN 15085-3 – Requisiti di progetto
  4. UNI EN 15085-4 – Requisiti di costruzione
  5. UNI EN 15085-5 – Ispezione, Prove e Documentazione

La norma in base all’importanza della giunzione saldata e del relativo manufatto prodotto definisce quattro classi di appartenenza dei giunti saldati: CL1, CL2, CL3, CL4.
Stabilita la classe di appartenenza del giunto saldato tramite la serie di norme UNI EN 15085 è possibile stabilire i requisiti da soddisfare per operare in conformità alla norma.

L’azienda, indipendentemente dalla classe di appartenenza dovrà soddisfare i seguenti requisiti:

  • Qualificare i saldatori e gli operatori di saldatura UNI EN ISO 9606-1 e UNI EN ISO 14732
  • Qualificare le procedure di saldatura UNI EN ISO 15614-1
  • Disporre di personale per il coordinamento della saldatura qualificato EWE/EWT (Servizio che può essere svolto da personale di Welding Solutions)
  • Applicare i requisiti della UNI EN ISO 3834.

      

    Se sei interessato ad un preventivo scarica il modulo qui in allegato:

    Scarica il modulo

     


     

UNI 11024

La UNI 11024 – “Requisiti di qualità per la saldatura di tubazioni di polietilene per il convogliamento di gas combustibili, di acqua e di altri fluidi in pressione” fornisce una linea guida per la gestione di un sistema di garanzia della qualità nel settore della saldatura e posa di tubazioni di polietilene per il convogliamento di gas, acqua e altri fluidi in pressione.

Lo scopo dell’applicazione di tale norma in azienda è:

  • Definire i requisiti di qualità per l’esecuzione di giunzioni saldate sia in officina che in cantiere
  • Definire l’idoneità di un costruttore a realizzare giunzioni saldate che rispettino i requisiti di qualità prescritti

Tale norma risulta fondamentale da applicare quando richiesta da un contratto tra le parti contraenti, norme di applicazione e obblighi di carattere legislativo.
L’applicazione della UNI 11024 può essere complementare all’applicazione del sistema di gestione UNI EN ISO 9001 o indipendente da essa.

Il costruttore per ottenere la certificazione UNI 11024 deve:

  • Qualificare i saldatori in conformità alla UNI 9737
  • Disporre di personale per il coordinamento delle attività di saldatura, posa e collaudo qualificato in conformità alla UNI 10761
  • Disporre di personale di adeguata competenza per la pianificazione, la fabbricazione e la supervisione della realizzazione di giunti saldati.